Benvenuti su Obiettivo Benessere

Orari : Lunedì - Venerdì - 06:00 / 20.30 - Sabato 08:00 / 13.00
  Contatti : +39 0541.931312

visita dermatologica

Giugno 2018 – Visita Dermatologica a 75,00€

Visita Dermatologica con Controllo Nevi a 75,00€ invece di 107,00€
Dott.ssa Elisa Molinelli

#PrepariamociAllEstate con Obiettivo Benessere

RICORDA:
Prima di esporti al sole

– controlla i tuoi nei
– prepara la pelle con una adeguata idratazione
– UTILIZZA SEMPRE UNA PROTEZIONE SOLARE ADATTA AL TUO TIPO DI PELLE!

Per maggiori informazioni chiamaci 0541.931312 o vieni a trovarci


 

COS’E’ UN NEO (O NEVO)?

I nei (o nevi) sono macchie pigmentate causate da un processo proliferativo caratterizzato dall’accumulo di melanociti (cellule che producono melanina, pigmento responsabile del colore della pelle e dell’abbronzatura).
Queste lesioni cutanee possono destare sospetti quando presentano una struttura “atipica”, sia ad occhio nudo che in seguito all’esame dermatoscopico.

 

COME CONTROLLARE UN NEO

La presenza dei nei non deve allarmare, ma possono diventare pericolosi quando intervengono modificazioni che richiedono una tempestiva valutazione da parte di un medico specialista. Per questo motivo viene consigliata la pratica regolare dell’auto-ispezione della cute.

Quando si controlla un neo, occorre ricordare la regola dell’ABCDE, che tiene conto delle principali caratteristiche di una lesione che devono far sospettare la presenza di un melanoma e indurre a sottoporsi a un controllo dermatologico.

A come Asimmetria: neo formato da due metà diverse tra loro.
B come Bordi: presenza di un neo con margini irregolari e frastagliati.
C come Colore: lesione molto scura o non uniforme, in cui siano comparse variazioni di colore (sfumature di marrone o di nero, rosso, bianco e blu);
D come Dimensione: nei di dimensioni maggiori di 6 mm di diametro e cambiamenti rapidi di larghezza e spessore.
E come Evoluzione: neo che ha modificato il suo aspetto iniziale, per forma, dimensioni e colore in un breve periodo di tempo (6-8 mesi) o se ha sanguinato spontaneamente.

 

ESPOSIZIONE AL SOLE: COME EVITARE DANNI ALLA PELLE

Una scorretta esposizione al sole può causare danni come: invecchiamento precoce del tessuto, comparsa di rughe, macchie e difetti della pigmentazione.

La prima regola per evitare di causare danni alla nostra pelle è semplice: ogni volta che ci si espone al sole, è indispensabile utilizzare la protezione solare con un potere filtrante adatto al proprio tipo di pelle. Non tutti i fototipi, classificazione utilizzata in dermatologia per distinguere i tipi di pelle in base al loro contenuto in termini di qualità e quantità di melanina, sono uguali. La melanina è la sostanza responsabile dell’abbronzatura, per questo, il punto di partenza per prendersi cura della propria pelle durante l’esposizione solare è conoscere il proprio fototipo.

 

QUAL È IL TUO FOTOTIPO?

La dermatologia distingue fra sei fototipi a seconda delle caratteristiche dell’individuo e della reazione all’esposizione solare:

  • pelle lattea/rossastra
  • molto chiara
  • abbastanza chiara
  • leggermente scura/olivastra
  • scura
  • scurissima/nera

Chiaro è che il primo gruppo, 1-2-3, tendente alle scottature, avrà bisogno di utilizzare una protezione solare molto alta, al contrario del secondo, 4-5 e 6, che invece può permettersi di usare prodotti con un filtro solare più leggero.

 

DA COSA E COME DOBBIAMO PROTEGGERCI?

In generale, per contrastare in modo completo gli effetti dannosi delle radiazioni sulla cute, un filtro ottimale dovrebbe essere in grado di agire sia sugli UV-A che sugli UV-B. Recenti ricerche hanno dimostrato che l’ invecchiamento cutaneo è causato per più di due terzi dai danni indotti dagli UV-A, che a differenza degli UV-B, sono presenti dall’alba al tramonto in tutte le stagioni.

scaricabile promo visita dermatologica

RICHIEDI INFORMAZIONI

Download Disponibili

CondividiShare on Facebook
Facebook
Email this to someone
email