Benvenuti su Obiettivo Benessere

Orari : Lunedì - Venerdì - 06:00 / 20.30 - Sabato 08:00 / 13.00
  Contatti : +39 0541.931312

UROLOGIA

Il campo di azione dello specialista in Urologia – Andrologia è vasto e comprende tutte le patologie congenite e acquisite dell’apparato urinario dell’uomo e della donna e dell’apparato genitale e riproduttivo nell’uomo, comprese le disfunzioni sessuali.

Il Poliambulatorio Obiettivo Benessere mette a disposizione i seguenti servizi:

– ecografie urologiche (in contemporanea con la visita medico-specialistica)
– ecografia peniena dinamica, una sofisticata indagine per la diagnosi e della disfunzione erettile.
– ecocolordoppler testicolare per la diagnosi di varicocele.

Quando è opportuno sottoporsi ad un controllo urologico ed andrologico

Nella adolescenza.

Ormai da parecchi anni non c’è più l’obbligo della leva militare che, tra le cose positive che portava con sé, vi era anche quella del controllo dei nostri giovani da parte di un medico militare. La visita di leva aveva un grande valore di screening, diverse malattie che colpiscono gli adolescenti e pertanto una diagnosi tempestiva in questa fascia di età aveva un grosso valore medico e sociale. Venivano alla luce diverse disfunzioni dello sviluppo sessuale, malformazioni dei genitali, infezioni, neoplasie e una patologia molto frequente che è il varicocele che colpisce quasi il 5% di tutti i giovani e che può avere un grosso impatto sulla capacità riproduttiva. Una sua diagnosi precoce è necessaria ed essenziale per un trattamento tempestivo ed efficace. Sempre in questa età, è bene sapere che il tumore che colpisce più frequentemente l’uomo è quello del testicolo. Una sua diagnosi precoce permette la guarigione in quasi tutti i casi. La visita militare non c’è più, la visita presso lo specialista urologo-andrologo diventa pertanto molto importante per i nostri giovani.

Nell’età adulta.

In questa fascia d’età i problemi di pertinenza dell’urologo-andrologo possono essere, tra altri, quelli della fertilità maschile. Uno spermiogramma in caso di ritardo ingiustificato della procreazione è un esame semplice che ci dà moltissime informazioni sullo stato di salute del nostro apparato riproduttivo. Malattie come la prostatite cronica sono molto frequenti tra i giovani soprattutto se hanno promiscuità di rapporti. La prostatite cronica, da non confondere con l’ipertrofia prostatica delle persone più anziane, è frequente e comporta sintomi variabili e poco specifici, a volte difficile da diagnosticare e da curare. I sintomi possono essere vaghi e leggeri o altre volte portare a dolori molto forti e persistenti, al basso ventre, ai genitali, testicoli, ano, perineo. Anche questa malattia, se sostenuta da infezioni batteriche, può indebolire il nostro apparato riproduttivo e produrre infertilità se persiste a lungo.

Dopo i 50 anni.

Oltre i cinquant’anni scatta la prevenzione di uno dei tumori più frequenti in assoluto nel maschio: il carcinoma prostatico. A tutt’oggi il marker più usato è il dosaggio nel sangue di una sostanza che viene definita PSA (Antigene Prostatico Specifico).

Chi ha una familiarità per questa malattia lo screening può iniziare anche ai 45 anni e poi fatto a cadenza annuale. La diagnosi precoce anche in questo caso è fondamentale per ottenere un trattamento che spesse volte, con i progressi che si sono avuti negli ultimi anni, risulta decisivo per una completa guarigione. Lo stesso organo (la prostata) invece può ammalarsi, col passare degli anni, di ipertrofia prostatica benigna. Questa patologia è molto frequente e da come segnali del suo avanzamento, disturbi della minzione. Questi si manifestano dapprima con la frequenza aumentata degli atti minzionali, dall’impellenza e poi con getto del flusso debole, difficoltà e lentezza ad iniziare la minzione, aumento delle minzioni notturne. Molti di questi sintomi sono dovuti anche ad altre malattie e solo l’urologo può capire se sono dovuti all’ipertrofia prostatica.

In passato gli interventi chirurgici erano molto più frequenti di oggi. Ora possiamo contare su diversi tipi di terapia medica che possono prolungare il benessere e spesso evitare l’intervento. Con il processo ineluttabile dell’invecchiamento, compare un’altra patologia che ora definiamo in maniera più accettabile presa dall’inglese, il deficit erettile. Sono molte le patologie che possono portare ad avere problemi nel vivere una vita sessuale piena e soddisfacente. L’andrologo è lo specialista che sa accompagnare il paziente verso il percorso diagnostico più appropriato e impostare la terapia più opportuna.

Il campo di azione dello specialista Urologo è comunque vasto e comprende tutte le patologie congenite e acquisite dell’apparato urinario dell’uomo e della donna e dell’apparato genitale e riproduttivo nell’uomo comprese le disfunzioni sessuali. È importante sottoporsi ad un suo consulto almeno una volta nelle tre fasce di età che abbiamo visto sopra e ogni qual volta si hanno disturbi che coinvolgano questi apparati sempre dopo aver consultato il proprio medico di base che può già decidere se iniziare il percorso diagnostico e terapeutico.

Già un semplice esame delle urine ci può dire moltissimo del nostro stato di salute. Ad esempio, guardando il solo peso specifico del campione possiamo già sapere se beviamo abbastanza oppure abbiamo uno stato di disidratazione, e poi infezioni, diabete ecc. È un esame poco costoso, facile da fare e molto utile. Portatelo con voi qual volta venite a fare una visita dall’urologo.

(A cura di Girolamo Buono, medico specialista in Urologia e Andrologia)

Download Disponibili